holunder

Holunder (il sambuco) – la sicurezza

Già dal primo medioevo un albero di sambuco non poteva mai mancare come protettore intorno alla casa e nel cortile. L'"holuntar" fu conosciuto come "albero dell'inferno", il prototipo della madre terra che doveva proteggere come spirito positivo gli abitanti dalla malattia e dalla disgrazia.

Per questo motivo fu indispensabile abbattere l'albero oppure bruciare il suo legno, il contadino si levò rispettoso il cappello davanti all'albero; nella "magische Johannisnacht" ragazze giovani agitarono i loro rami sperando di incontrare nella loro vita l'uomo dei sogni. Per tanto tempo il sambuco fu una delle piante medicinali più importanti della vita quotidiana, la "cassetta medicinale del paese" – così ci si sentiva sicuro vicino alla sua fortezza come albero protettivo, guarito e nutrito.

I suoi fiori bianchi, profumati e cremosi compaiono a giugno sotto forma di ombrelle piatte e danno al famoso sciroppo di sambuco il suo gusto inconfondibile. Le bacche nero-violette dell'autunno ci preparano alla stagione fredda.

 

 
space